Stagione 19/20 campionato serie B

U14 Elite Virtus-Mirano 96-39

Il commento di coach F


Under 14 Elite
8^ giornata di andata

Virtus  Padova vs Pall. Mirano   96 – 39
Parziali  (10-13) (22-8) (32-14) (32-4)

Virtus Padova:
Cutrone 8; Pepato 7; Kamewe 11; Satalic 2; Meroi 4; Stecca 14; Ramigni 2; Malvezzi 4; Manzoni 14; Rigato 10; Osgnach 6; Fortin 14.
Allenatore : Franceschini       Ass.:  Valentini        2ass.: Pittarello

Cestistica Verona:
Bottacin; Marra 1; Cazzin 3, Zanetti 18; Rossetti 2; De Lazzari; Saadaoui; Zampieri; Meggiato 7; Federico 5; Giora 3; Breda.
Allenatore : Optale.      Ass.: Doria.      2ass.: Bruso

Ottava giornata del campionato U14 elite vede contrapposte la Virtus Padova alla Pallacanestro Mirano alla Petter, nuova casa per i NeroVerdi.
La partita si avvia con una trama gia vista fin troppe volte quest’anno. I ragazzi sembrano un motore diesel che necessita di tempo per entrare a regimi di lavoro; mentre gli avversari si presentano pronti e combattivi fin dalla palla a due. Arriviamo tardi su ogni pallone, non siamo mai pronti e reattivi, giochiamo con sufficienza in tutte le fasi del gioco e la morale è che il primo quarto termina con il risultato di 10 a 13 per gli ospiti.
Si rientra in campo con una attenzione diversa, ci si concentra molto di più sui dettagli e cominciamo a concedere molti meno spazi agli avversari, troviamo più continuità al tiro e fiducia nei nostri mezzi e tutto cio ci porta a terminare il secondo quarto con un risultato parziale di 22 a 8.
Dopo la pausa lunga riprendiamo posto in campo di nuovo con l’atteggiamento sufficiente di chi pensa di aver già vinto e i primi due minuti del terzo quarto sono gli avversari a dettare i ritmi del gioco ma per fortuna questa volta i Virtussini si svegliano in fretta e riprendono a giocare con la forza e il carattere necessario per poter affrontare questo tipo di campionato. L’attenzione e l’intensità rimangono elevati fino all’ultima sirena che vede il tabellone segnare il 96 a 39 finale con i parziali di 32-14 e 32-4 nelle ultime due frazioni.

Nonostante il risultato positivo in una partita assolutamente non facile, è necessario lavorare con ancor piu attenzione perché non possiamo permetterci avvii di partita del genere ogni weekend, è troppo penalizzante! Soprattutto se la partita in questione ci vede opposti a squadre molto forti come possono essere Reyer, Petrarca o Cestistica, perché come è successo, recuperare lo svantaggio iniziale può essere molto difficile se non impossibile in alcuni casi.
È il caso di cominciare a stare più concentrati in tutte le occasioni allenanti, a partire dagli allenamenti che come ben si sa sono la prova generale per lo “spettacolo” partita.

Prossimo appuntamento domenica 27 per la lunga trasferta a Trento che ci separa dalla difficilissima sfida interna con Bassano.