Stagione 19/20 campionato serie B

Broetto, una scarica di triple per riscoprire la gioia di vincere

La squadra di Friso domina il Reggio Emiliae si rilancia nella corsa ai playoff: ben 13 i centri dalla lunga.
Una gragnola di triple per seppellire Reggio. La Broetto Virtus si riscopre squadra indiavolata dal perimetro, segnando come mai aveva fatto in precedenza dietro la linea dei tre punti.

Quasi il 50% di realizzazioni dall’arco per uscire dal tunnel delle sei sconfitte consecutive e tenere nel mirino l’ultimo posto utile in zona playoff scavalcando in classifica proprio la formazione emiliana ancorata alla vigilia a quota 8 punti. «Se ci passiamo la palla», sostiene Massimo Friso, «siamo una buona squadra. Contro un’avversaria molto alta e muscolare, abbiamo tenuto alto il ritmo trovando dei tiri aperti da tre con la transizione e il gioco a tutto campo». Specialisti dei primi quarti arrembanti, gli emiliani vengono attesi al varco e infatti era la Broetto a uscire forte dai blocchi di partenza (6-14). Alla fine dei primi 10′, gli ospiti sono già scappati oltre la doppia cifra con la prima delle 13 bombe della serata, firmata da Salvato (10-21). Ti aspetti la reazione di Reggio e invece nel secondo periodo sono ancora i cecchini della Virtus a colpire dai 6.75, scollinando il ventello (12-33). Il ritmo non accenna a calare, anche perché i neroverdi continuano a costruire diverse conclusioni e quando non riescono a perforare la retina dalla distanza rimettono la palla nel pitturato per Nobile e Lazzaro (24-42). Dopo l’intervallo lungo, un guasto al tabellone luminoso e un malfunzionamento dell’attrezzatura di riserva fermano la gara per quasi mezzora. Alla ripresa delle ostilità, l’inerzia cambia e i padroni di casa mettono in piedi una serie di break, che sembrano riaprire l’incontro (45-50 al 26′). Il match si riapre e al tempo stesso si richiude. La Broetto avverte il fiato sul collo, ma resiste agli assalti avversari ricorrendo ancora una volta al tiro pesante (48-57). È un arma letale, che i virtussini impiegano anche nell’ultima frazione per punire la difesa locale riaprendo la forbice sul +20 (52-72). Domenica, alle 18, la Broetto ritorna alla Kioene Arena per affrontare Alto Sebino, con la certezza di aver ritrovato la sua vera dimensione.
Mattia Rossetto
mattino_logo
9 dicembre 2016