404A10B9-EA0E-4C93-9F14-3ACC3AE935CB

Che splendore l’Antenore Energia! Superata la sorpresa Monfalcone

A Monfalcone la Virtus torna in vetta. Otto su nove e Padova torna in vetta.  E lo fa col carattere di chi va a prendersi lo scontro diretto in trasferta.

Pontoni Monfalcone – Antenore Energia Padova    75-80


Pontoni Falconstar Monfalcone: Scutiero 20 (1/1, 5/9, 3/3), Casagrande 12 (4/8, 1/5, 1/2), Gobbato 12 (5/5, 0/2, 2/2), Colli 10 (5/10, 0/1, 0/0), Bonetta 8 (1/3, 2/9, 0/0), M. Schina 6 (2/3, 0/3, 2/3),  Zambon 4 (2/2, 0/0, 0/0), A. Schina 3 (1/4, 0/1, 1/2), Candotto 0 (0/0, 0/1, 0/0), Giustolisi, Medizza e Cossaro n.e. – All. Tomasi

Tiri da 2: 21/36 (58%) – Tiri da 3: 8/31 (26%) – Tiri liberi: 9/12 (75%) – Rimbalzi: 30 (14+16 – Colli 7) – Assist: 9 (Scutiero 3)

Antenore Energia Padova: Ferrari 20 (6/8, 0/0, 8/8), De Nicolao 18 (4/5, 3/5, 1/1), Morgillo 13 (4/5, 1/1, 2/3), Bianconi 9 (3/4, 1/6, 0/0), Schiavon 7 (2/4, 1/3, 0/0), Piazza 7 (2/4, 1/3, 0/0), Dagnello 6 (1/2, 1/6, 1/3), Calò 0 (0/2, 0/1, 0/0), Pellicano 0 (0/0, 0/3, 0/0), BaccagliniVisone e Mazzonetto n.e. – All. Rubini – Ass. De Nicolao e Primon.

Tiri da 2: 22/34 (65%) – Tiri da 3: 8/28 (29%) –  Tiri liberi: 12/15 (80%) – Rimbalzi: 28 (8+20 – Ferrari e Bianconi 7) – Assist: 13 (De Nicolao, Dagnello 4)

Parziali: 17-22, 28-20 (45-42), 14-23 (59-65), 16-15 (75-80)

Statistiche

Lo fa vincendo 75-80 una dura partita contro la rivelazione di questo campionato: conducendo nel primo quarto, subendo Monfalcone nel secondo, dominando nel terzo e trionfando meritatamente nel concitato finale. Ed ora la classifica racconta di un primo posto a quota 16 dell’Antenore Energia di coach Rubini in coabitazione con Bernareggio e San Vendemiano (vittoria di larga misura dei lombardi nello scontro diretto).

CRONACA: Parte meglio la Falconstar: dopo 2’ la banda di coach Tomasi è avanti 10-4. La reazione Virtus però viene condotta da capitan Schiavon (7 punti per lui), con Ferrari e De Nicolao che invece firmano il sorpasso e l’allungo fino al 17-22 del primo quarto. I problemi più grossi Padova li incontra nel secondo periodo (28-20 il parziale): Scutiero diventa una spina nel fianco per i neroverdi e Monfalcone ricuce lo svantaggio e trova anche il +6. Bianconi e De Nicolao accorciano ma Virtus va comunque all’intervallo sotto di tre (45-42). L’Antenore Energia esce però meglio dai blocchi nella ripresa e rimette la testa avanti. Monfalcone si affida ancora a Scutiero (20 punti per lui a fine partite), ma Ferrari e Piazza sono letali e conducono Virtus ad un terzo periodo da 14-23 che indirizza verso Padova il match. Scutiero dalla distanza fa ancora male, ma arrivano due bombe anche da Dagnello e De Nicolao. Ferrari di pura classe firma il +7 e il +9 che ad 1 minuto e 30’’ dalla fine sembra far partire i titoli di coda. Neanche per sogno: Scutiero (ancora lui) sgancia due triple in 30’’ e riaccende clamorosamente il finale. Dagnello però si conquista un giro in lunetta da cui porta a casa il +4 a 40’’ secondi dal termine ed è Ferrari a mettere la pietra tombale all’incontro con i due punti che valgono il +6, Schina ai liberi ne infila solo uno e finisce 75-80. Migliori in campo per l’Antenore Energia Francesco De Nicolao con 18 punti e Michele Ferrari con 20. In doppia cifra anche Morgillo con 13 punti. Per Monfalcone invece strepitosa la prova di Scutiero.

COMMENTI: «Se c’era bisogno di riscattarsi con una prova di squadra dopo che la scorsa non l’avevamo giocata bene questo è stato il miglior modo di dimostrarlo» commenta a fine partita coach Rubini. «Devo fare un plauso al gruppo, anche ai ragazzi che non sono entrati in campo perché in settimana ci hanno permesso di allenarci bene e con agonismo perché sapevamo che qui trovavamo una battaglia. Siamo stati bravi a tenere i nervi a posto anche quando la situazione si è complicata: questa è una grande vittoria».

Commenta tramite il tuo account Facebook