Schermata 2019-10-17 alle 7.33.26

Virtus, la vendetta ora è consumata

(Il Gazzettino) I neroverdi vincono a Vigevano dopo il ko della scorsa stagione ai play off
La vendetta è un piatto che va consumato freddo. Così ieri sera, al PalaBlasetta di Vigevano, l’Antenore Energia Virtus ha riscattato la sconfitta del maggio scorso che le era costata l’amara uscita dai play off. La formazione di Daniele Rubini ha vinto in volata per 66-68 al termine di una gara davvero molto intensa: sul 66 pari, dopo che i padroni di casa hanno sprecato in attacco, decisivo il canestro dopo rimbalzo d’attacco di Bianconi (12 punti, di cui 10 già all’intervallo). Per i neroverdi è così la quarta vittoria consecutiva in questo inizio di stagione e l’alba di un campionato da sicura protagonista.
In avvio i padroni di casa partivano meglio sospinti da Mazzuchelli (6-0) ma l’Antenore Energia Virtus, che nel quintetto d’avvio schierava a sorpresa Calò (dopo tre minuti gravato di tre falli) insieme a Piazza, De Nicolao, Ferrari e Morgillo, impattava subito dopo e da lì la gara proseguiva in equilibrio ma con Vigevano avanti un’incollatura. In avvio della seconda frazione, era capitan Schiavon a siglare il sorpasso con 4 punti consecutivi; poi la Virtus con un parziale di 9-2 allungava fino al +8 (29-37) prima che Passerini si inventasse la tripla con cui si andava all’intervallo.
Nella ripresa, Padova prima si illudeva con due triple di Piazza e Dagnello, ma poi andava in black out vedendo allungare gli avversari fino al +7. Decisiva, come detto, l’ultima frazione: Morgillo e Ferrari da tre (quest’ultimo il miglior marcatore dell’incontro, 20 punti con 8/11 dal campo) impattavano sul 57-57. Poi la già ricordata volata finale che si tingeva di colori neroverdi. Il tabellino della Antenore Energia Virtus: Ferrari 20, De Nicolao 12, Dagnello 6, Piazza 5, Bianconi 12, Morgillo 6, Schiavon 6, Calò 1; Visone, Mazzonetto, Baccaglini e Pellicano ne. All. Rubini

(g.pell.)

Commenta tramite il tuo account Facebook