Virtus verso un girone lombardo-triveneto L’acquisto Dagnello «Ho voglia di riscatto»

(Il Mattino)  Mentre il mercato di Serie B resta caldissimo per l’Antenore Energia Virtus Padova, che cerca due lunghi per completare il roster, prende forma il nuovo girone che vedrà ancora i neroverdi protagonisti assieme ad altre tre venete – San Vendemiano, Vicenza e Mestre (ammesso dalla C Gold) – la neopromossa Monfalcone e 11 squadre lombarde. Manca ancora l’ufficialità, ma la Lega Nazionale Pallacanestro ha già proceduto alla composizione dei vari raggruppamenti.
Protagonista
Intanto, la Virtus comincia a caricarsi, in vista di una stagione in cui vuole recitare ancora un ruolo da protagonista in linea con le sue ambizioni e con quelle del neo acquisto di punta Andrea “Pisy” Dagnello. «Ho molta fame e voglia di riscatto, e visti i sacrifici fatti sarebbe anche ora di iniziare a togliersi anche qualche soddisfazione e Padova può essere la piazza giusta», rileva la new entry virtussina, «si dice che il girone sarà formato da squadre di Lombardia e Triveneto. Sono convinto che potremo dire seriamente la nostra». Dagnello è un “mulo” – nel senso che è un ragazzo di Trieste -, ambizioso quanto e forse anche più della stessa Antenore Energia. «A Padova ho visto un bell’ambiente e una bella pallacanestro, e non a caso nella passata stagione la Virtus è stata appaiata a Cesena al primo posto in classifica», continua Dagnello, «qui, nessuno si vuole porre limiti e punta a migliorarsi per ottenere qualcosa d’importante. In più, ho voluto andare in una squadra che avesse già meccanismi rodati e tra le società che mi hanno cercato la Virtus era quella che aveva le idee più chiare su di me. Mi piace definirmi un giocatore di sistema, non sono un giocoliere che parte e gioca da solo uno contro cinque, mi diverto a giocare con i compagni e all’interno di un sistema che funzioni concludendo poi l’azione o con il tiro da tre o attaccando il ferro. Sul campo da basket voglio esaltarmi ed  esaltare il pubblico. Spero di poter trasmettere il mio entusiasmo ai nostri tifosi».
M.ROS.