Schermata 2019-05-05 alle 10.56.34

Virtus a caccia dell’impresa nella “tana” del Vigevano

(Il Gazzettino)
L’Antenore Energia Virtus, oggi al PalaBlasetta di Vigevano (ore 18), vuole scrivere la storia. Daniele Rubini, coach della formazione padovana di serie B che dopo aver impattato mercoledì in una Kioene Arena gremita si gioca tutto nei 40 minuti di gara-3 dei play off, veste i panni del condottiero: «Noi a Vigevano andremo per provare a riscrivere un pezzo di storia recente di questa società. Nel corso della stagione, abbiamo voluto con tutte le nostre forze arrivare fino al primo posto in classifica e contro ogni pronostico ci siamo riusciti conservandolo per oltre un mese. Allo stesso modo, ora dovremo volere con tutte le nostre forze vincere e passare il turno. Dovremo scendere in campo come se questa partita fosse la finale, e la storia di questa stagione ci ha insegnato che il nostro gruppo è in grado di compiere anche imprese come si presenta questa».

LUCIDA FOLLIA
Al termine di gara-2, il coach aveva scomodato precedenti illustri: da Erasmo da Rotterdam a Steve Jobs. «Un po’ di lucida follia ci vuole. Se vuoi andarti a divertire devi essere folle, che non vuol dire pazzo, ma capace di interpretare e di vivere questa partita con la leggerezza di cui necessita. Sarebbe triste andarsela a giocare con lo zaino sulle spalle. Sappiamo di entrare in un catino inferocito, dove il fattore-campo avrà un peso specifico importante. Sicuramente non andiamo con le infradito e l’asciugamano sulle spalle, contenti di quello che abbiamo fatto fino ad oggi».
L’Antenore Energia Virtus sfoggia tutti i suoi pezzi da novanta: i padovani De Nicolao e Schiavon, il primo leader in stagione per assist (5,9) e recuperi, e il capitano deciso a riscattare due gare in ombra; Filippini e Ferrari, migliori marcatori neroverdi di questa serie (22,5 e 18,5 punti); il ritrovato fromboliere Motta e, pur acciaccati, Piazza e Bovo, l’uno metronomo della squadra e l’altro pronto a portare linfa subentrando dalla panca. «Queste sono partite che emotivamente si preparano da sole – chiosa Rubini – La tensione e l’entusiasmo arrivano per la grossa posta messa in palio, sono le sfide che ogni allenatore e che ogni giocatore non vede l’ora di giocare. Dovremo farci trovare pronti non solo ad affrontare un’ottima squadra preparata ed organizzata, con valori tecnici e fisici importanti, ma anche un pubblico avversario infernale. Loro partono certamente favoriti, tanti opinionisti ci danno per sicuri spacciati e questo ci spinge a dare ancora di più».

FATTORE CAMPO
Con l’intento di attenuare l’impatto del fattore-campo, dove i lomellini hanno vinto 34 delle ultime trentacinque gare, la squadra potrà contare anche su un nutrito seguito di tifosi, con i pulmini organizzati dalla società che partiranno alle 14 dal parcheggio del Parco Raciti – Brentella a Chiesanuova (info: 331-9721969). «Andremo a Vigevano per recitare il ruolo di protagonisti – chiama a raccolta il direttore sportivo Roberto Rugo – I ragazzi da un anno stanno preparando questi play off: sono pronti, forti e consapevoli di essere una grande squadra».
Giovanni Pellecchia

Commenta tramite il tuo account Facebook