DSC_4205

L’Antenore Energia esce da Orzinuovi sconfitta ma ritrovata

I ragazzi di coach Rubini lottano per 40′ con Orzinuovi. Per le statistiche di tiro molto simili, la differenza è tutta negli 11 liberi contro 4 segnati dai padroni di casa. Alla fine la convinzione che Padova ha superato il suo periodo di crisi fa scemare presto la delusione per la sconfitta.

Agribertocchi Orzinuovi – Antenore Energia Padova   64-57

Agribertocchi Orzinuovi: Turel 12 (2/8, 2/5, 2/2),  Bianchi 11 (3/5, 1/2, 2/2), Tassinari 11 (4/7, 0/6, 3/4),  Siberna 8 (3/3, 0/3, 2/2), Timperi 8 (4/8, 0/1, 0/0), Pipitone 7 (3/6, 0/0, 1/1), Mastroianni 4 (0/0, 1/2, 1/2), Varaschin 3 (0/2, 1/3, 0/0), Pennacchio, Labovic e Galmarini n.e. – All. Salieri – Ass. Di Gregorio.

Tiri da 2: 19/39 (49%) – Tiri da 3: 5/22 (23%)  – Tiri liberi: 11/13 (85%) – Rimbalzi: 37 (8+29 – Siberna 9) – Assist: 14 (Turel 4)

Antenore Energia Virtus Padova: Schiavon 12 (2/6, 2/5, 2/4), Piazza 11 (2/3, 2/5, 1/2), Filippini 11 (4/5, 1/6, 0/0), Ferrari 9 (4/11, 0/1, 1/2), De Nicolao 9 (3/8, 1/4, 0/0), Motta 5 (1/4, 1/5, 0/0), Bovo 0 (0/1, 0/1, 0/0), Pellicano, Basso, Visone e Mazzonetto n.e. – All. Rubini – Ass. De Nicolao e Primon .

Tiri da 2: 16/38 (42%) – Tiri da 3: 7/27 (26%)  – Tiri liberi: 4/8 (50%) – Rimbalzi: 31 (10 +21 – Ferrari 11) – Assist: 9 (De Nicolao e Motta 3)

Parziali: 16-12, 16-11 (32-23), 17-21 (49-44), 15-13 (64-57)

ORZINUOVI (BS) – Non è bastata un’orgogliosa Antenore Energia ad Orzinuovi per portare a casa la vittoria. La squadra di coach Rubini si è dovuta arrendere negli ultimi minuti per 64-57 dopo essere stata per lunghi tratti a ruota dell’avversario ed aver covato il colpo di coda finale. Niente da fare però contro la prima della classe, che con questa vittoria mette la freccia e si prende il primo posto approfittando dello scivolone casalingo di Cesena controOzzano, mentre per la Virtus ora c’è il quinto posto a -2 da Faenza.

Coach Rubini in questa trasferta lombarda ritrova Motta dopo due mesi di stop ma l’avvio dei neroverdi non è dei migliori: 9-2 al 5’. Virtus però nella seconda metà di primo quarto riesce ad entrare in partita con le bombe made in Padova di Denik e Schiavon, con Orzinuovi che tiene un margine di quattro al primo riposo. Al rientro dal parquet però arriva il bentornato con una tripla di Mastroianni, Virtus accenna ad una reazione ma Orzi fa ancora male dal perimetro con Varaschin. Il break di nove punti dei ragazzi di Salieri viene tamponato solo dalla tripla di un redivivo Motta (23 minuti giocati, 5 punti, 4 rimbalzi e 3 assist per lui), con l’intervallo che arriva sul 32-23.

Ma dopo un altro avvio difficoltoso (8-2 per Orzi) la miglior Virtus si vede nel terzo periodo. Piazza e Schiavon infilano le bombe che rimettono l’Antenore a ruota. Filippini e Motta confezionano il -4. Pipitone porta a casa un gioco da tre che ridà ossigeno ai suoi (49-44 al terzo quarto). Ultimi dieci minuti di fuoco: Andrea Piazza – costretto a giocare per quasi tutta la partita con un turbante per un colpo alla testa – a sei minuti dalla fine manda Virtus a -3 e De Nicolao poco dopo firma il -1. La sorte però gira le spalle all’Antenore e il canestro si stringe proprio sul più bello, con quattro palloni di fila che non vogliono saperne di entrare. Dall’altra parte invece Tassinari da situazione quasi impossibile estrae dal cilindro un coniglio che fa malissimo a Virtus e che rimanda a +6 Orzinuovi a 2’ e 30’’ alla fine.  L’inerzia che sembrava sorridere a Virtus viene spezzata. Alla fine Orzi tiene il vantaggio e porta a casa due punti preziosissimi per prendersi il primo posto in solitaria. L’Antenore invece scivola momentaneamente fuori dai primi quattro posti, ma da Orzinuovi arrivano comunque segnali di crescita, con la condizione che sembra in crescita in vista dei playoff.

Top scorer finale di Padova è capitan Schiavon con 12 punti, in doppia cifra anche Piazza e Filippini con 11.

Commenta tramite il tuo account Facebook