Virtus decisa a risollevarsi dopo i tre KO

(Il Gazzettino) La conquista matematica dei play off deve trasmettere nuove energie alla squadra per la sfida con Bernareggio    La preoccupazione (legittima) per le ultime tre sconfitte in fila nel campionato di serie B rischiava di oscurare un verdetto ufficiale da domenica scorsa: l’Antenore Energia Virtus si è qualificata ai play off con quattro turni di anticipo (la seconda partecipazione in quattro stagioni nella categoria). La formazione di Daniele Rubini, terza in classifica con Urania Milano e Faenza quattro lunghezze sotto il duo di testa (Orzinuovi e Cesena), nella volata finale può sfruttare il fattore-campo: in casa, infatti, disputerà due gare consecutive (domani alla Kioene Arena con Bernareggio), tre delle ultime quattro. «Bisogna decisamente rifarsi osserva il coach – perché si rischia di vanificare quello che questa squadra ha costruito, anche al di là delle aspettative. Mi spiacerebbe che i miei giocatori vivessero in maniera sommessa questo momento. Logico e comprensibile: la perdita di Matteo Motta ha accorciato ulteriormente le rotazioni».
La guardia chiarisce: «Mi sono operato al ginocchio due settimane fa. I dottori mi hanno dato quattro settimane per rientrare in campo e quindi spero di esserci per le ultime di campionato più, ovviamente, i play off». «Un momento di calo fisiologico ci può stare dopo otto gare vinte di fila – sottolinea Piazza – però adesso siamo ai play off e dobbiamo trovare la quadra per poter aspirare al massimo della posizione, a partire dalla sfida con una Bernareggio in forma. Sarà una partita ostica, contro una squadra fisica, che corre e può contare su otto-nove giocatori importanti». Tra questi il top scorer del campionato Stefano Laudoni (20 punti di media), che è pure un modello ed influencer noto tra i più giovani (oltre 475 mila seguaci su Instagram).

PAGINE DA SCRIVERE
«I play off erano il nostro primo obiettivo stagionale carica l’ambiente il direttore sportivo Roberto Rugo – e sono orgoglioso perché ci siamo entrati da protagonisti. Abbiamo risvegliato l’interesse di una città che era dormiente di pallacanestro, che è tornata ad identificarsi con questa squadra e con questa società. Ora abbiamo altre importanti pagine da scrivere. Il nuovo obiettivo è centrare i primi quattro posti che ci permetterebbero di avere il primo turno a favore con la bella in casa, ma la cosa più importante è anche arrivare alla post season di nuovo carichi, pronti fisicamente e mentalmente, restando sereni e fiduciosi».

Giovanni Pellecchia