53379710_2644665662217036_656245945989595136_n

Capitan Schiavon: «Sconfitta che serva da lezione, contro Crema rialzare la tensione»

L’Antenore Energia Virtus Padova si rimette in marcia dopo lo scivolone di Lugo e focalizza già la sua attenzione alla sfida con Crema di domenica alla Kioene Arena.

Ad analizzare con lucidità il 101-97 subito in Romagna e la sfida che attende Virtus domenica è il capitano Federico Schiavon: «Una sconfitta che non fa bene e che dà molto fastidio, ma che ci deve servire da lezione per non ripetere più gli stessi errori e soprattutto per non sbagliare di nuovo l’approccio a livello di tensione. L’umore del gruppo rimane alto perché la classifica è ancora molto buona, noi siamo consapevoli che non eravamo i fenomeni del campionato prima ma che non siamo neanche diventati scarsi all’improvviso ora che ne abbiamo persa una. Uno scivolone esterno ci può anche stare, l’importante è capire cosa non è funzionato per far sì che sia una sconfitta salutare per riprendere la marcia per il finale di stagione».

Uno stop contro Lugo arrivato dopo una serie positiva di 8 vittorie consecutive, proprio nella sfida giocata dopo il turno di riposo: «Sicuramente la settimana di pausa non ci ha giovato sabato sera, abbiamo avuto un calo di tensione che non ci possiamo permettere perché il nostro gioco si basa sulla determinazione e la voglia, e dobbiamo sempre dare tutti il 100% per avere la meglio sugli avversari. In difesa abbiamo sicuramente sbagliato atteggiamento perché se abbiamo subito oltre cento punti vuol dire che qualcosa non è funzionato, e una volta che si subisce troppo in difesa poi è dura farne uno in più degli altri. Nel finale inoltre episodi che magari in altre partite ci sono stati favorevoli questa volta non ci sono girati».

Ma la testa è già alla sfida con Crema di domenica alle ore 18: «Servirà rialzare la testa? No, la nostra testa è sempre stata alta. Siamo consapevoli di chi siamo e Lugo deve essere un incidente di percorso, già da domenica dovremo ritrovare la giusta tensione, cambiare approccio alla partita e gestire meglio il risultato, possibilmente senza trascinarlo punto su punto fino alla fine. Lugo ci ha insegnato una volta per tutte che in questo campionato non esistono partite facili e contro Crema dovremo ritrovare lo stesso atteggiamento delle scorse settimane».

Luca Perin

Commenta tramite il tuo account Facebook