DSC_2523

La Virtus non passa a Lugo in una serata pirotecnica

(Il Gazzettino)  Cade la capolista Antenore Energia Virtus. Ieri sera nel testa-coda disputato a Lugo, è stata tradita dalla sua difesa uscendo sconfitta per 101-97 (25-25, 48-51 e 82-71 i parziali). La formazione di Daniele Rubini ha sofferto in avvio il gioco arrembante dei padroni di casa: le cui penetrazioni, contenute a fatica, finivano per liberare spazi sul perimetro per i tiratori romagnoli Brighi e Serravalli (16-7 al 5′). I neroverdi, però, riprendevano ben presto il bandolo della matassa: ribattendo punto su punto fino ad impattare nel primo quarto ed allungando nel secondo. Tra i virtussini, ottima la prova di Ferrari (23 punti e 12 rimbalzi) ben supportato da capitan Schiavon e Bovo, usciti dalla panchina. Imbarazzante, invece, complice anche un arbitraggio contestato dallo staff padovano (7-1 il computo dei falli), il rendimento della Virtus: macchinosa in attacco e spesso disattenta in difesa, scivolava sotto la doppia cifra di scarto. Una grande reazione in avvio di ultimo quarto (15-2 il parziale), permetteva ai neroverdi di tornare avanti 86-84: gli ultimi 5′ erano giocati sul filo dell’equilibrio ma nella volata finale Lugo aveva la meglio. Il tabellino: Schiavon 17, Bovo 13, Pellicano 5, Filippini 7, Ferrari 23, Piazza 9, De Nicolao 19, Verzotto 5. All. Rubini.

(G.Pell.)

Commenta tramite il tuo account Facebook