La Virtus si gode un break, ora il testa a testa con i Tigers

(Il Mattino)  Con la Coppa Italia di Serie B, l’Antenore Energia Virtus Padova ne ha approfittato per concedersi una meritata pausa. Sabato prossimo, ore 20.30, si torna però già a giocare a Lugo per difendere il primato condiviso con i Tigers Cesena. Se la classifica dice che il confronto tra prima e ultima in classifica non dovrebbe avere storia, la realtà è che la storia del campionato ha già confermato che non esistono partite facili.
«Mancano ancora sette giornate al termine della regular season», osserva coach Daniele Rubini ai microfoni di Radio Padova, «sono ancora tantissime e contengono degli scontri diretti molto importanti. È difficile ipotizzare come andrà a finire la stagione regolare. Noi però siamo in testa con merito, vedremo di non buttare via tutto quanto». A dispetto del nome legato alla sponsorizzazione con Antenore Energia, la Virtus aveva la necessità di recuperare le energie dopo le otto vittorie consecutive che l’hanno proiettata al vertice del girone B di Serie B. «L’ultima gara è stata un’emozione forte per l’atteggiamento gladiatorio dimostrato dai miei giocatori contro l’Urania Milano» ricorda Rubini, «i ragazzi avevano bisogno di un po’ di break, anche se le soste non sono mai salutari per riprendere il ritmo. Non si sono mai esaltati per quanto stanno facendo ed è altrettanto stupefacente non siano stupiti dei risultati. Sono consapevoli del grande lavoro svolto: la dedizione, unitamente alle vittorie, sta portando a grandi gratificazioni, ma a nessuno tipo di esaltazione».
Il pensiero è dunque rivolto ai prossimi due impegni a Lugo (la società organizza un pullman di tifosi, info e adesioni: Roberto 335/7170598) e domenica 17 marzo contro Crema alla Kioene Arena. «Due partite da giocare con la giusta mentalità contro avversarie dei bassifondi, quindi l’imperativo categorico è centrare la vittoria a tutti i costi» chiude Rubini.
Mattia Rossetto