Virtus per tornare a vincere

(Il Mattino)
 Tempo di riscatto. L’Antenore Energia Virtus Padova ne ha bisogno dopo le tre sconfitte consecutive, che non hanno tuttavia cancellato il suo cammino lusinghiero nel girone B di Serie B, nonostante qualcuno abbia sostenuto il contrario. I playoff sono già matematici, ma nel mirino c’è uno dei primi quattro posti della classifica, che significherebbero fattore campo ai playoff. A quattro giornate dalla fine della regular season, la squadra di Daniele Rubini prova a riavvolgere il filo a cominciare dal match contro Bernareggio, in programma oggi, ore 18, alla Kioene Arena.
«Sarà una partita da affrontare col piglio giusto», diceva in settimana il direttore sportivo Roberto Rugo, «abbiamo risvegliato l’interesse di una città che era dormiente di pallacanestro, che è tornata a identificarsi con questa squadra e questa società. Abbiamo altre importanti pagine da scrivere. Il nuovo obiettivo è centrare uno dei primi quattro posti che ci permetterebbe di avere il primo turno a favore con la “bella” in casa. Ma la cosa più importante è arrivare alla post season di nuovo carichi, pronti fisicamente, magari recuperando Motta, e mentalmente, restando sereni e fiduciosi».
Prima, però, c’è appunto Bernareggio sulla strada dei neroverdi. «Con Vicenza è stata in grado di ribaltare una sfida iniziata molto male», analizza l’assistant coach Riccardo De Nicolao, «è proprio questa una delle sue caratteristiche principali: cambia più volte pelle durante la partita, avendo diversi giocatori molto simili e la possibilità di fare ampie rotazioni».
Mattia Rossetto

Virtus decisa a risollevarsi dopo i tre KO

(Il Gazzettino) La conquista matematica dei play off deve trasmettere nuove energie alla squadra per la sfida con Bernareggio    La preoccupazione (legittima) per le ultime tre sconfitte in fila nel campionato di serie B rischiava di oscurare un verdetto ufficiale da domenica scorsa: l’Antenore Energia Virtus si è qualificata ai play off con quattro turni di anticipo (la seconda partecipazione in quattro stagioni nella categoria). La formazione di Daniele Rubini, terza in classifica con Urania Milano e Faenza quattro lunghezze sotto il duo di testa (Orzinuovi e Cesena), nella volata finale può sfruttare il fattore-campo: in casa, infatti, disputerà due gare consecutive (domani alla Kioene Arena con Bernareggio), tre delle ultime quattro. «Bisogna decisamente rifarsi osserva il coach – perché si rischia di vanificare quello che questa squadra ha costruito, anche al di là delle aspettative. Mi spiacerebbe che i miei giocatori vivessero in maniera sommessa questo momento. Logico e comprensibile: la perdita di Matteo Motta ha accorciato ulteriormente le rotazioni».
La guardia chiarisce: «Mi sono operato al ginocchio due settimane fa. I dottori mi hanno dato quattro settimane per rientrare in campo e quindi spero di esserci per le ultime di campionato più, ovviamente, i play off». «Un momento di calo fisiologico ci può stare dopo otto gare vinte di fila – sottolinea Piazza – però adesso siamo ai play off e dobbiamo trovare la quadra per poter aspirare al massimo della posizione, a partire dalla sfida con una Bernareggio in forma. Sarà una partita ostica, contro una squadra fisica, che corre e può contare su otto-nove giocatori importanti». Tra questi il top scorer del campionato Stefano Laudoni (20 punti di media), che è pure un modello ed influencer noto tra i più giovani (oltre 475 mila seguaci su Instagram).

PAGINE DA SCRIVERE
«I play off erano il nostro primo obiettivo stagionale carica l’ambiente il direttore sportivo Roberto Rugo – e sono orgoglioso perché ci siamo entrati da protagonisti. Abbiamo risvegliato l’interesse di una città che era dormiente di pallacanestro, che è tornata ad identificarsi con questa squadra e con questa società. Ora abbiamo altre importanti pagine da scrivere. Il nuovo obiettivo è centrare i primi quattro posti che ci permetterebbero di avere il primo turno a favore con la bella in casa, ma la cosa più importante è anche arrivare alla post season di nuovo carichi, pronti fisicamente e mentalmente, restando sereni e fiduciosi».

Giovanni Pellecchia

Antenore senza Motta vuole subito il riscatto contro Bernareggio del topscorer Laudoni

(Il Mattino)  Il momento più difficile della stagione per la Virtus Padova presenta un suo risvolto positivo. La combinazione di risultati dell’ultimo turno di Serie B ha infatti certificato l’aritmetica qualificazione ai playoff per la formazione di Daniele Rubini.
Domenica, ore 18, la Virtus torna alla Kioene Arena, dove aspetta la Lissone Interni Bernareggio di Stefano Laudoni, capocannoniere del campionato con quasi 20 punti di media, nonché modello e influencer di Instagram (475mila seguaci), noto in passato anche per la sua storia d’amore con la cestista e showgirl, Valentina Vignali.
Chiusa la parentesi gossipara, apriamo quella agonistica con Andrea Piazza e Matteo Motta, ospiti nella sede del main sponsor Antenore Energia per la presentazione della gara.
«Ora che siamo certi dei playoff, bisogna trovare la quadra e cogliere il massimo da queste ultime quattro partite», rileva Piazza, «domenica affronteremo una sfida molto ostica contro una squadra in forma e parecchio fisica con otto-nove giocatori importanti. Noi siamo più corti, quindi dovremo stare ancora più attenti. Nonostante le difficoltà dobbiamo aggrapparci a quanto di buono potrà arrivare».Nel frattempo, i neroverdi dovranno rinunciare ancora a Motta, sottopostosi a intervento chirurgico per un problema al menisco.
«Mi sono operato al ginocchio due settimane fa», precisa il giocatore, «i medici mi hanno dato una prognosi di un mese. Spero di tornare in campo per le ultime giornate di regular season e i playoff. Da osservatore esterno penso che ai miei compagni stia venendo a mancare la lucidità. Sicuramente ha influito il roster ridotto e la stanchezza che si è fatta sentire. A San Vendemiano siamo stati avanti per 30′, ma poi abbiamo accusato un calo». I biglietti per il match di domenica sera saranno acquistabili direttamente al botteghino della Kioene Arena: 10 euro prezzo intero e 5 euro per gli studenti universitari.
Mattia Rossetto