Stasera alle 20.30 Antenore a Reggio Emilia vuole vendicare il passo falso dell’andata

(Il Mattino) Turno infrasettimanale di Serie B per l’Antenore Energia Virtus Padova. Stasera, ore 20.30, i neroverdi sono ospiti a Scandiano di Reggio Emilia per la loro seconda trasferta consecutiva dopo la vittoria all’overtime conquistata sabato a Ozzano. All’andata, disputata sempre in mezzo alla settimana, la squadra di Daniele Rubini subì l’unico stop interno stagionale per poi capitolare anche a Desio contro l’attuale fanalino di coda. Due ko consecutivi che rappresentano il rammarico più grosso della stagione: quattro punti persi per strada con i quali ora la Virtus sarebbe prima assieme ai Tigers Cesena.
Dopo essersi “scottata” all’andata, l’Antenore sa anche che incrocerà una squadra diversa rispetto allo scorso ottobre. Reggio Emilia si è infatti separata dall’ex virtussino JC Canelo, accasatosi a Teramo, pescando dal mercato invernale il play Gianluca Marchetti dalla stessa Teramo e la guardia Daniele Mastrangelo da Nardò, che ha debuttato proprio domenica a Faenza. Occhio, perché oltre a quello con la Virtus, la formazione emiliana ha già raccolto due scalpi eccellenti piegando sia la corazzata Milano, sia la capolista Cesena.
«Non possiamo battezzarla come una partita facile», ammonisce l’assistant coach Riccardo De Nicolao, «dovremo essere bravi a non cadere nelle trappole di Reggio, generate dalle variazioni d’assetto difensivo, fra match up, cambi sistematici e difesa a uomo. Se riusciremo a tenere a bada i loro esterni e a non perderci sui continui cambi di difesa degli avversari, abbiamo le carte in regola per giocare una buona partita. La classifica è corta e non concede margine d’errore. Abbiamo bisogno di confermare il terzo posto».
M.R.

Virtus, fatti valere

(Il Gazzettino) I neroverdi, reduci dalla rocambolesca vittoria di Ozzano, tornano in campo stasera a Scandiano.
La squadra reggiana ha vinto le ultime quattro gare in casa e all’andata ha espugnato Rubano.

Di nuovo on the road in Emilia Romagna. Questa sera (ore 20.30) nel turno infrasettimanale di serie B, dopo la rocambolesca vittoria di sabato ad Ozzano che ne ha consolidato il terzo posto, l’Antenore Energia Virtus è di scena a Scandiano.
La formazione reggiana, che in casa ha vinto le ultime quattro gare, all’andata (disputata pure infrasettimanalmente) colse a Rubano la sua prima vittoria stagionale nella fin qui unica sconfitta interna della formazione di Daniele Rubini. Da allora gli emiliani, che in quella occasione tirarono con il 56 per cento da tre punti, sono profondamente cambiati: salutato da tempo il play Maccaferri, nei giorni scorsi ha rescisso il contratto l’ex virtussino Jc Canelo (che ha poi firmato per Teramo), sostituiti rispettivamente dall’estroso Marchetti (12 punti di media in cinque gare) e dalla guardia friulana, con trascorsi in A2, Mastrangelo che arriva da Nardò (viaggiava a 9,3 punti) ed ha segnato 7 punti domenica all’esordio. Tra i neroverdi, invece, ex di turno è Matteo Motta che, tornato a saggiare il parquet qualche minuto già la domenica prima, sabato è risultato decisivo con 17 punti e l’incredibile tripla del pareggio al 40′. «Il recupero dall’infortunio, che mi ha tenuto fermo per tre partite – spiega – è andato molto bene». Aggiungendo sulla squadra: «Abbiamo trovato un bel gruppo, agguerrito, che ha voglia di fare bene. Questo sta pagando».
Ad Ozzano, però, il migliore in campo è stato Filippini (27 punti e 13 rimbalzi, 37 di valutazione), indicato come Mvp del turno sia dai tifosi che dalla newsletter Spicchi d’Arancia. Questa sera, insieme ai compagni di reparto Ferrari e Bovo, avrà il suo bel daffare per contrastare i lunghi emiliani. «Giocano molto liberi e con una vena di sana pazzia – sottolinea l’allenatore in seconda Riccardo De Nicolao – andando in attacco e cercando subito la soluzione. Resta il loro marchio di fabbrica e può essere molto pericoloso: sono già stati capaci di andare a vincere a Milano e di battere in casa la capolista Cesena. Per noi, avendo perso all’andata, non si può assolutamente battezzare come una partita facile: dovremo essere bravi a non cadere nelle loro trappole, specie in difesa dove variano spesso e riescono a crearti insicurezze. Ci siamo allenati un po’ a singhiozzo in questi giorni, causa le influenze, ma abbiamo le carte in regola per fare una buona partita».

UNDER 18 D’ECCELLENZA
Trasferte amare lunedì in Brianza per le due formazioni padovane. Petrarca ed Antenore Energia Virtus sono infatti uscite sconfitte, entrambe in maniera molto netta, rispettivamente da Bernareggio (83-59) e sul campo della capolista Abc Cantù (83-49).
Giovanni Pellecchia