Schermata 2019-01-11 alle 11.48.15

Virtus, opportunità che mancava da anni

L’Antenore Energia Virtus cala il poker. Ospiti dello sponsor Autobase Renault in Strada Battaglia (l’amministratore delegato Giuseppe Mombellardo ha svolto gli onori di casa), mercoledì pomeriggio si sono trovati quattro protagonisti di questa stagione: il direttore sportivo Roberto Rugo ed il capitano Federico Schiavon, con i due compagni di squadra Andrea Piazza e Giacomo Filippini. Insieme hanno provato a tracciare un primo bilancio del campionato di serie B, al termine del girone di andata.
CLASSIFICA MOLTO CORTA
«Un bilancio decisamente positivo fin qui ha evidenziato Schiavon -, anche se la classifica resta molto corta e l’andata in un campionato incide non più del trenta per cento». Da buon padovano e veterano del gruppo (è alla settima stagione in maglia neroverde), ha aggiunto: «Consultando gli archivi, ho visto che dalla stagione 1993-94, venticinque anni fa poi conclusa con la promozione in A2, la Virtus non era così in alto in questa fase della stagione; più in generale, per Padova è comunque dal 2001 (era l’Elvox Petrarca Patavium nata dalla fusione, ndr)… Abbiamo davvero una bellissima occasione! Sono arrivati giocatori di una certa caratura, ed anche la classifica lo rispecchia».
STRUTTURA FORTE
«I risultati sono buoni, soprattutto per le dinamiche e la struttura che ci stiamo dando ha aggiunto il ds Rugo -. Questo è un gruppo che può giocarsi le sue carte, e si poteva fare anche qualcosina in più. Mi preme inoltre sottolineare come i risultati siano stati ottenuti dai giocatori senior, ma con il contributo dei nostri giovani. Non intendo fare polemiche: è nostra abitudine replicare sul campo, e la vittoria nel derby Under 18 con l’altra squadra cittadina è stata una bella soddisfazione».
«Davvero una signora partita quella di martedì aggiungeva Piazza, tra il pubblico a Ca’ Rasi -: sono rimasto molto soddisfatto. Del resto, Pellicano e Basso ci stanno dando un bell’aiuto anche in allenamento e quando sono chiamati in campo. Non mi piace fare paragoni con l’anno scorso, ma dico che il nostro è davvero un bel gruppo: coeso e consapevole della nostra forza, come delle nostre debolezze. Questo, anche in trasferta, ci ha dato una marcia in più».
PROBABILI RIBALTAMENTI
«Dobbiamo essere contenti di quanto fatto fin qui chiosava Filippini, sempre di poche ma sagge parole ; consapevoli, però, che tante squadre finora non hanno espresso tutto il loro potenziale, come Olginate che affrontiamo sabato, ed altre hanno proprio fallito. Da qui alla fine mi attendo ribaltamenti».
Che saranno influenzati (in parte è già avvenuto) anche dal mercato: la stessa Antenore Energia Virtus è alla finestra.
Giovanni Pellecchia

Commenta tramite il tuo account Facebook