0A34C143-502A-444D-97C3-DA942FE7C3EF

Oggi alle 18 grande appuntamento a Rubano

Quest’anno in serie B non ci sono pause e il calendario costringe i team a sacrificare le feste in favore del lavoro in palestra, si è giocato il 23, si gioca oggi, si giocherà anche il 5 (a Cesena).

Così ad una settimana dalla sfortunata trasferta di Cremona, l’Antenore torna in campo per incontrare l’Agribertocchi Orzinuovi, un altro avversario particolarmente agguerrito, reduce da un grande successo interno con Milano, che per Natale si è regalato un ulteriore rinforzo acquistando da Reggio Calabria il suo ottavo senior, Mattia Mastroianni, l’anno scorso in A con Napoli e in questo inizio di stagione tra i protagonisti nel girone D dove viaggiava a cifre importanti.

Dopo l’immediata retrocessione dalla serie A2, quest’estate gli orceani non si sono persi d’animo e hanno rifondato la squadra ponendo grande attenzione al fatto che avesse le specifiche giuste per ambire da subito al ritorno nella categoria superiore. Così i dirigenti lombardi si sono affidati a Stefano Salieri, un allenatore che si è guadagnato il titolo di grande architetto della serie B, riuscendo ad ottenere sempre il massimo risultato possibile costruendo squadre adatte alla categoria. Il campionato disputato la scorsa stagione con Crema è l’esempio emblematico di quale sia il basket del coach emiliano: dinamicità, personalità, difesa, e anche Orzinuovi è impostata per giocare una pallacanestro divertente che nonostante qualche passo falso inatteso, emblematica la sconfitta di 15 giorni or sono a Lugo, consente  di viaggiare nei piani alti della classifica.

La caratteristica principale di Orzinuovi è una batteria di esterni intercambiabili capaci di concludere con palla a terra ma anche di bombardare dalla lunga distanza come il play Tassinari, Bianchi, Turel, Siberna, mentre vicino al canestro danzano dei giocatori atletici e dinamici come Varaschin, Peroni, Galmarini, che  in alcuni casi difettano di tonnellaggio rispetto ai diretti avversari ma hanno i numeri per farli impazzire. Domenica l’Urania ha concluso con i suoi totem (Eliantonio, Piunti e Paleari) in panchina per raggiunto limite di falli mentre Galmarini infilava i canestri decisivi per la vittoria.
Sarà una partita difficilissima, l’Antenore Energia ha in forse più di un giocatore uscito malconcio dalla battaglia con la JuVi, ma ha una grande voglia di conservare una posizione di classifica che premia la qualità del gruppo di coach Rubini. Sarà una gara dai ritmi altissimi e per i neroverdi non si potrà prescindere da una difesa che riesca a limitare i danni del prevedibile bombardamento degli artiglieri di coach Salieri. Di certo sarà basket spettacolo, per chi è rimasto in città una bella occasione per divertirsi assistendo ad una partita di pallacanestro .

Commenta tramite il tuo account Facebook