Virtus, feste di lavoro «Una serie di partite per schizzare in alto»

Da Bernareggio (sabato) all’Olginate (5 gennaio): può
essere la svolta del campionato. E si cerca un top player
Due trasferte consecutive che possono significare molto per l’Antenore Energia Virtus Padova. Con il vento in poppa delle tre vittorie consecutive, la squadra di Daniele Rubini guarda ai prossimi impegni di Serie B dall’alto di un terzo posto, pur condiviso con Milano, Orzinuovi e Ozzano. Sabato, ore 20.50, dopo il successo nel derby contro San Vendemiano, la Virtus è ospite di Bernareggio per il primo di due confronti esterni. Il secondo è in programma domenica 23 dicembre, ore 19, a Cremona. «Non saranno uno spartiacque, ma diventano importanti in un calendario che ci vedrà impegnati quattro volte in trasferta nelle prossime cinque giornate», analizza il direttore sportivo Roberto Rugo, «Giocheremo anche sotto le feste affrontando due squadre al top della categoria come Orzinuovi e Cesena (rispettivamente domenica 30 dicembre, ore 18, a Rubano, e sabato 5 gennaio, ore 21, ndr) per poi iniziare il girone di ritorno a Olginate (sabato 12 gennaio, ore 21, ndr). Vince chi sta meglio fisicamente. Per il momento i risultati sono in linea con le nostre aspettative: siamo consapevoli di aver allestito una formazione competitiva, ma anche con importanti valori umani e caratteriali. Siamo una squadra che può vincere e perdere contro tutti. Sabato troveremo un fortino caldo e una squadra giovane, a Bernareggio c’è molto entusiasmo dettato da un avvio di stagione sopra le righe. Ma noi ci giocheremo le nostre carte per provare a vincerla. Il gruppo è la vera forza di questa squadra perché non diamo punti di riferimento agli avversari. Non abbiamo una stella assoluta da marcare, ma un collettivo. Coach Rubini è stato bravo a infondere lo spirito combattivo tipico della Virtus, con l’amore per la maglia e la tenacia in campo che vanno a sopperire ad eventuali mancanze».
Proprio per far fronte alle lacune di un roster non ancora così profondo come quello di altre contendenti, la società di via dei Tadi continua a monitorare il mercato. Nomi ancora non trapelano, ma Rugo sta seguendo diversi giocatori in più ruoli. «Tutto dipenderà dai movimenti che faranno anche le avversarie, da ora fino alla fine di gennaio», sottolinea il diesse, «Vogliamo recitare un ruolo da protagonisti e siamo pronti a investire su un giocatore importante. Non cerchiamo una “stella”, ma uno di “sistema” che sappia entrare all’interno del meccanismo».
Mattia Rossetto