Virtus, qualche passo falso di troppo: con il Lecco stasera serve la vittoria

Si gioca alle 19 a Rubano. Coach Rubini e capitan Schiavon
spronano il gruppo: «Per nutrire ambizioni, più cinismo»
«È una partita che devi voler vincere assolutamente, dimostrando un atteggiamento che non tiene conto né delle difficoltà, né della fatica». Coach Daniele Rubini va dritto al sodo, dopo l’allenamento mattutino nel giorno di Ognissanti a Rubano. Le due sconfitte consecutive esterne contro Reggio Emilia e Desio hanno complicato la tabella di marcia dell’Antenore Energia Virtus Padova, minandone anche le certezze acquisite nelle prime giornate di Serie B. Oggi, ore 19, a Rubano, l’imperativo è uno solo: battere Lecco per non perdere ulteriore terreno dall’alta classifica. Rubini ne fa una questione di volontà anche per eliminare le linee di discontinuità che hanno caratterizzato l’andamento altalenante dei neroverdi. La formazione lombarda, però, è il cliente più scomodo che si possa incontrare al momento: mercoledì, ha perso contro i Tigers Cesena, primi della classe, ma è rimasta a lungo attaccata al match. «È una sfida complessa», conferma il tecnico padovano, «Anche la nostra avversaria è altamente discontinua, ma si vede che sta crescendo e che l’allenatore ha messo in chiaro alcune regole. Spero che i nervi ci aiutino nell’interpretazione della gara».A suonare la carica è Federico Schiavon. Investito quest’anno della carica di capitano, è il primo a tenere la barra dritta. «Quando si perdono le partite, l’importante è che il gruppo rimanga unito e continui a lavorare in palestra per svoltare», sottolinea Schiavon, «Dobbiamo riscattarci. Oltre a me che sono capitano c’è uno zoccolo duro di giocatori esperti e tutti insieme sono sicuro che usciremo da questo periodo poco felice». «Sospenderei il giudizio su quello che sta capitando», aggiunge ancora Rubini, «È pericoloso perché il campionato non ammette passaggi a vuoto. Però la squadra sta lavorando con attenzione. Siamo stati condizionati anche da situazioni contingenti, perché non riusciamo a essere abbastanza cinici. Qualcosa deve cambiare e bisognerà per forza garantire maggior minutaggio ai giovani». A proposito, giovedì sera l’Under 18 Eccellenza della Virtus ha espugnato il campo di Milano Tre (66-74) riscattando il ko con la Reggiana di martedì scorso (80-69). Sono state rinviate invece al 30 novembre e 20 dicembre le due gare del Petrarca contro Brescia e Desio.
Mattia Rossetto

Virtus, tira fuori l’orgoglio

Di nuovo nel fortino di Rubano in un insolito anticipo (oggi alle 19). L’Antenore Energia Virtus, reduce da due stop, ospita Lecco. I lariani, indicati tra le favorite del girone, dopo essere passati attraverso una rivoluzione in estate (confermati solo il lungo Cacace ed i giovani Ratti e Chinellato), hanno incontrato problemi di amalgama. «Non è certamente il nostro migliore momento analizza il coach Daniele Rubini abbiamo buttato via due partite di fila sia per episodi sfavorevoli che per ingenuità nostre. C’è molto lavoro da fare per superare un momento in cui le cose sembrano non girare, dobbiamo essere più cinici nel punire gli errori degli avversari e reagire maggiormente alle difficoltà. Come noi anche loro sono discontinui. Nel lungo Brunetti hanno sicuramente un punto di forza, un giocatore di 2.05 che sa tirare da tre, ma è tutto il roster ad essere assemblato con giocatori veramente importanti».
«Non abbiamo più scuse e dobbiamo riscattare le due ultime sconfitte fa eco il capitano Federico Schiavon – Ci metteremo il massimo impegno e la massima concentrazione perché sappiamo di essere una squadra con valori importanti ed è ora di dimostrarlo anche sul campo. Al di là dei loro nomi (miglior marcatore è Di Prampero a 16,8 punti, ndr), dobbiamo pensare a noi stessi e a fare la nostra partita sia in attacco che in difesa».
In serie C Gold, la Guerriero Ubp gioca in casa. Nella seconda domenica consecutiva a Mortise la formazione di Christian Augusti, reduce da due vittorie, riceve la neopromossa Vigor Conegliano che in settimana ha fermato la capolista Oderzo. Passando alla C Silver, Felmac Limena e Bam affrontano altrettante vicentine: la Felmac riceve il PlayBasket Carrè, dove militano quattro giovani padovani (Buia, Clark, Visentin e Dainese) mentre il Bam, capolista con Roncade, disputa ad Altavilla uno scontro di vertice. In serie D, due derby: la neopromossa Usmi ospita la capolista Roncaglia, Bc Solesino riceve Buv Vigonza.
Infine la serie A2 femminile dove la Fanola Onetech, dopo tre sconfitte (l’ultima in casa), è impegnata nel terzo derby veneto consecutivo in trasferta sul parquet delle Giants Marghera.

g.pell.