Schermata 2018-10-08 alle 10.26.18

L’Antenore è piena di Energia l’Olginate resiste solo un quarto

La Virtus ha saputo gestire con pazienza la partita d’esordio con i lombardi
Filippini è il miglior marcatore con 18 punti mentre De Nicolao disegna basket

Buona la prima per l’Antenore Energia Virtus Padova che, con un 77-63, piega all’esordio in campionato la NP Olginate in partita per un solo quarto. La Virtus ha funzionato: ha saputo gestire con pazienza la partita affondando i colpi nei momenti di vento favorevole ma sapendo accettare anche le difficoltà, soprattutto quando l’NP, schiaffando in faccia a Virtus cinque triple una in fila all’altra, aveva chiuso in testa di un punto il primo quarto. L’Antenore però, col quintetto iniziale Piazza, De Nicolao, Schiavon, Ferrari e Filippini, aveva approcciato bene il match: a rompere il ghiaccio è De Nicolao, poi anche Schiavon, Ferrari e Piazza sembrano indirizzare già nei giusti binari la gara con canestri, rimbalzi e palle recuperate infilate in serie.

OLGINATE IN CARREGGIATA
Ma Olginate si rimette in carreggiata e smorza l’entusiasmo della Kioene Arena con tre bombe di Bartoli aggiunte a quelle di Tagliabue ed Errera, con gli uomini di Meneguzzo bravi a raccogliere il massimo con il minimo sforzo. Ma mira e buona sorte nel secondo quarto abbandonano i lombardi, e allora la superiorità dell’Antenore emerge a tutte le latitudini. De Nicolao inizia a disegnare basket, mentre Piazza a tratti è imprendibile, Ferrari impone gerarchia e canestri mentre Filippini è un inno all’efficacia (miglior marcatore con 18 punti). Nelle rotazioni fa il suo esordio in B il classe ’99 Riccardo Visone, che chiuderà il match con dieci minuti di grande lavoro. Virtus rifila quindi un parziale di 23 a 7 che strappa la partita e la manda al riposo lungo con un grosso bagaglio di convinzioni in più. Convinzioni che porta con sé anche nel terzo quarto quando con un 22-19 di parziale incrementa il vantaggio e si presenta all’ultimo round con un tesoretto di 14 punti di margine. E il ko tecnico arriva nel quarto periodo con le triple di Motta e di Piazza.
Luca Perin
Commenta tramite il tuo account Facebook