Under 18 Eccellenza: Virtus e Petrarca, debutto stasera tra le mura amiche

 Scatta stasera il campionato Under 18 Eccellenza per Antenore Energia Virtus Padova e Petrarca Padova. Entrambe le formazioni padovane debutteranno tra le mura amiche: la Virtus ospiterà, ore 19.30 al palasport di Rubano, i brianzoli del Bernareggio, mentre il Petrarca (composto dagli elementi della prima squadra di C Gold del Guerriero) riceverà, ore 21 al Pala Gozzano (zona Guizza) il New Best Basket Brescia. Il derby Virtus-Petrarca verrà giocato già alla seconda giornata, in programma lunedì prossimo, ore 20, a Rubano. Il ritorno è fissato per l’8 gennaio, ore 20, al palazzetto Ca’ Rasi. È difficile muovere pronostici. Sicuramente Petrarca, Virtus e Scaligera Verona sono capitate in un girone di ferro, in cui dovranno misurarsi con alcune delle formazioni più forti d’Italia. Il raggruppamento è infatti completato da società importanti come Abc Cantù, Aurora Desio, Ax Armani Exchange Milano, Blu Orobica Bergamo, Grissin Bon Reggiana, Guerino Vanoli Cremona, Milanotre Basiglio, Leonessa Brescia, Vis 2008 Ferrara.
M.R.

Virtus vince il Memorial Attilio Penna ad Annone

Novità nel consiglio
L’Antenore Energia Virtus Padova inanella un’altra vittoria nel suo tour pre-campionato, conquistando ad Annone Veneto il Memorial Attilio Penna. Di fronte al solido Sme Caorle, compagine di Serie C Gold con legittime ambizioni, i neroverdi risolvono la contesa nei due parziali centrali (22-21, 12-21, 15-19, 21-19) rispondendo con l’impatto fisico della sua batteria di lunghi (70-80).
Come spesso capitato già nelle precedenti amichevoli, Michele Ferrari è ancora il migliore sfiorando la doppia con 22 punti (11/15 dal campo) e 9 rimbalzi, ben supportato dai compagni di reparto, Davide Bovo (14) e Giacomo Filippini (13). In doppia cifra anche il capitano Federico Schiavon, ormai calatosi nel ruolo di leader. Nel bilancio entrano alla voce assist Matteo Motta e i due play Francesco De Nicolao e Andrea Piazza, che Rubini ha inserito nuovamente nel quintetto di partenza.«Abbiamo tratto altre buone indicazioni sul nostro percorso di crescita», commenta Daniele Rubini, «Stiamo assistendo a evoluzioni positive e sta iniziando a prendere forma il disegno che abbiamo in testa. Sicuramente ci ha aiutato aver aggiunto Motta alle nostre rotazioni. Abbiamo individuato un assetto che ci rende solidi in difesa, ma è necessario lavorare ancora molto sulla gestione della gara. Spesso riusciamo ad andare avanti di 15-20 punti e poi ci ritroviamo di nuovo gli avversari a -8. Dobbiamo essere consapevoli che siamo una squadra nuova. Non possiamo avere ancora automatismi perfetti».
Intanto è avvenuto un rimpasto in seno al consiglio direttivo della Virtus Padova con l’ingresso di quattro nuovi dirigenti che da tempo seguono da vicino la vita societaria: Andrea Bronzato, Massimo Cecchini, Marco Chioatto e Giorgio Maso vanno infatti ad affiancare Mario Ruggiero, Manuela Michelon, Roberto Rugo, Riccardo Guolo, accanto al dirigente responsabile Nicola Bernardi, al vice-presidente Eugenio Papa e al patron Gianfranco Bernardi.
M.ROS.