41680194_1500896546679243_7675492353389363200_n

Virtus, segnali di crescita in attesa dell’esordio di Motta

Nel fine settimana i neroverdi vanno a caccia di conferme nel trofeo De Nicolao: in semifinale la sfida con l’Aurora Desio

L’Antenore Energia Virtus Padova ritrova la vittoria, portando così in parità il bilancio del pre-campionato (due convincenti successi in casa, due stop fuori). Mercoledì sera al palasport di Vigonza, di fronte a una buona cornice di pubblico, la formazione di Daniele Rubini ha regolato 83-49 la Virtus Murano 1954 matricola di serie C Gold.
I neroverdi, mostrando una condizione fisica se non ancora al top decisamente in crescita, hanno imposto le gerarchie fin dal primo quarto. Nel quale, schierando nel quintetto di avvio Piazza, De Nicolao, Schiavon, Ferrari e Bovo, partivano forte allungando la difesa pressing a tutto campo che fruttava palle recuperate e facili canestri (15-5) e chiudevano la frazione sul 30-20. Margine che, di fatto, veniva incrementato nelle due frazioni seguenti, con il punteggio ogni volta azzerato, dove a prevalere è stata la fase difensiva virtussina: appena 7 e 9 punti (20-7 e 18-9 i parziali), infatti, concessi agli ospiti, con Ferrari che portava a scuola i pari ruolo avversari e un Filippini incisivo sia a protezione del canestro che in fase realizzativa. Nell’ultimo quarto, coach Rubini poteva dare spazio ai giovani (Pellicano, Visone, Basso) che hanno tenuto testa a Murano chiudendo sul 15-13.
Sul fronte offensivo, con Motta ancora fermo ai box, si sono distinti Bovo (23 punti) e appunto Filippini (21); ancora ottima la prova di Ferrari, che ha chiuso in doppia doppia (15 punti e 11 rimbalzi), mentre la formula del doppio play, con Piazza e De Nicolao, li ha visti chiudere con 3 assist a testa. Più in generale, la sensazione è che stia crescendo l’intesa tra i nuovi e che i giocatori di maggiore esperienza stiano cominciando a far valere la loro leadership.
«È ancora presto per dire a che punto siamo commenta coach Rubini – Sono arrivate alcune risposte buone dai nuovi acquisti, meno dai giovani che invece avevano fatto bene nelle altre partite. Dispiace che Motta abbia avuto un problema (ginocchio, ndr), per cui deve ancora rimandare l’esordio con noi: adesso sta bene, ma voglio essere sicuro al cento per cento prima di rischiarlo. Con lui, ci manca un finalizzatore di primo livello e un giocatore in grado di darci maggiori varianti di gioco. Per quanto riguarda il Torneo De Nicolao con Vicenza, Desio e San Vendemiano, ci si misurerà contro squadre del nostro stesso calibro e vedremo se realmente siamo cresciuti».
Domani e domenica al PalaGoldoni di Vicenza, l’Antenore Energia Virtus partecipa appunto al 3. Trofeo Memorial Picci Pierluigi De Nicolao. Questo il programma: domani, ore 18 Virtus-Aurora Desio; ore 20 Tramarossa Vicenza-Rucker Sanve. Domenica, ore 17 finale per il terzo posto, ore 19 finale per l’assegnazione del trofeo.
Giovanni Pellecchia

Commenta tramite il tuo account Facebook