41621005_2345196982163907_1882624568317706240_n

Il Fila S. Martino debutta in casa. A Vigonza test Virtus-Murano

Dopo i due test positivi contro Battipaglia a Malè, il Fila San Martino è pronto per la prima amichevole casalinga. Stasera, ore 19.15, le ragazze di Larry Abignente misurano la propria preparazione contro l’Use Empoli, neopromossa in A1F. Non sarà della gara il nuovo acquisto Zenta Melnika in fase di preparazione per il Mondiale di Tenerife con la sua Lettonia. Sono due le amichevoli che le Lupe disputeranno davanti al pubblico in pre-campionato: oltre alla partita odierna, un altro test è già programmato per il 30 settembre, ore 18, a quasi una settimana dall’esordio in campionato del 6 ottobre, alle 18, all’Opening Day di Torino contro la Dike Napoli. Il calendario di amichevoli pre-season vedrà le giallonere impegnate anche sabato, alle 18.30, a Broni, e a seguire, il 21-22 settembre al Torneo Città di Schio. Sarà questo l’appuntamento che fornirà la cartina tornasole sullo stato di forma delle Lupe al cospetto delle tre principali favorite per la lotta scudetto: Famila Schio, Umana Venezia e Passalacqua Ragusa. Venerdì 21, ore 20, Tonello e compagne sfideranno in semifinale le scledensi campionesse d’Italia, in cui militano le tre ex Francesca Dotto, Martina Fassina e Marcella Filippi.
Oggi, ore 20.45, il tour pre-campionato dell’Antenore Energia Virtus Padova fa tappa a Vigonza per l’amichevole con Murano, ambiziosa matricola di Serie C Gold. Dopo i ko esterni con Udine e San Vendemiano, intervallate dalla vittoria interna a spese di Oderzo, il diesse Roberto Rugo fa il punto in casa neroverde: «Ormai sono rientrati tutti gli acciaccati. Anche Matteo Motta che è tornato ad allenarsi. Siamo consapevoli di essere un cantiere aperto e in fase evolutiva. Lo scopo di queste amichevoli è quello di farci arrivare pronti e rodati alla prima palla a due del 7 ottobre in campionato».
Sempre stasera, ore 20.30, scende in campo a Cittadella il basket di A/1 maschile per la seconda edizione dell’amichevole di lusso tra Reyer e Cantù.
Mattia Rossetto
Commenta tramite il tuo account Facebook