Antenore, un pieno d’energia alla presentazione e una promessa

L’assessore allo sport Bonavina ha garantito la posa della prima del nuovo palazzo per l’inizio del 2019.
Battuto

Oderzo nel test per 84-59

L’Antenore Energia Virtus Padova si è presentata ai propri tifosi. Al palasport di Rubano, traboccante di tifo e passione neroverde, la squadra di Daniele Rubini ha “sfilato” in stile Nba, prima dell’amichevole vinta contro Oderzo (84-59, parziali: 18-20, 20-12, 26-19, 20-8). Chiamati dallo speaker Andrea “Ramboso” Righi, i giocatori virtussini sono entrati in campo una alla volta, accolti dagli applausi scroscianti dei tifosi, in particolare dagli irriducibili del gruppo Energia Nero Verde: dal neo capitano Schiavon, passando per i neo acquisti Bovo, Motta, Filippini, De Nicolao e Ferrari, fino a coach Rubini, salutato da un’ovazione. Alla vernice casalinga della Virtus sono intervenuti, a cavallo di primo e secondo quarto dell’amichevole, Alberto Rampado e Diego Bonavina, assessori allo sport di Rubano e Padova, per rivolgere il proprio in bocca al lupo alla squadra, che affronterà il campionato di Serie B con rinnovate ambizioni. «Se Padova è la prima città del Veneto a livello sportivo, il merito va anche a società, come la Virtus, che investono nel settore giovanile», ha osservato Bonavina. Che interpellato dal direttore generale virtussino Nicola Bernardi, a proposito del Palabasket destinato a sorgere in zona San Lazzaro, si è lasciato andare a un auspicio: «Mi auguro che la prima pietra venga già posata nel 2019».Passando invece la palla al campo, Rubini ha potuto trarre utili indicazioni dal test con Oderzo (C Gold) tra le favorite per la promozione in B. Fermi precauzionalmente Motta e De Nicolao, hanno ben figurato giovani come Basso e Pellicano, già visti all’opera contro Udine. Mattatori della serata sono stati Ferrari (20 punti), Filippini (16) e Piazza (14). Sempre venerdì una delegazione neroverde era ospite all’Alta Forum di Campodarsego per il Gala del basket veneto. Alla presenza del presidente della Fip Gianni Petrucci, il patron Gianfranco Bernardi ha ricevuto la targa d’onore d’argento. Insignito del premio alla carriera per il settore minibasket anche l’istruttore Luciano Orano. Altro riconoscimento è stato consegnato alla rappresentanza della Virtus Under 20 Gold, vincitrice del titolo regionale.

Mattia Rossetto

Antenore Energia, brillante serata per le presentazione

Antenore Energia Virtus: che festa! Venerdì sera, in un palasport di Rubano gremito (tra cui i ragazzi del settore giovanile) e alla presenza degli sponsor (compresa la mascotte Renault Twizy) e degli assessori allo sport dei comuni di Padova e di Rubano, Diego Bonavina e Alberto Rampado, si è tenuta la presentazione della squadra che sarà ai nastri di partenza del prossimo campionato di serie B. A seguire, la formazione di Daniele Rubini ha affrontato l’Oderzo nel primo test amichevole di fronte al pubblico padovano. La gara, disputata in una bellissima atmosfera e seppur iniziata con oltre 45′ di ritardo (gli ospiti erano rimasti imbottigliati nel traffico), ha visto i neroverdi imporsi con un ampio 84-59 complessivo al termine di quattro quarti nei quali il punteggio veniva resettato: 18-20, 20-12, 26-18 e 20-8 i parziali.
Nel complesso gli opitergini, formazione di C Gold tra le più serie candidate al salto di categoria, hanno tenuto testa nei primi tre quarti. I neroverdi, che nel quintetto di avvio schieravano Piazza, Visone, Schiavon, Ferrari e Filippini, dopo essere apparsi piuttosto imballati nelle prime battute sono, invece, via via saliti di livello (fino a dilagare nell’ultima frazione): facendo valere sul parquet la differenza di categoria e mostrando alcune giocate che hanno divertito i presenti. Nelle loro fila, si è distinto Michele Ferrari: oltre a confermarsi miglior marcatore della squadra (20 punti), come già nella prima uscita stagionale con Udine, si è meritato grandi applausi per giocate ed atteggiamento guadagnandosi l’affetto dei tifosi. Positiva anche la sintonia sull’asse play-pivot, tra un ispirato Piazza in cabina di regia (autore di 14 punti) e il centro Filippini dominante soprattutto nell’ultimo quarto, quando ha segnato ben 11 dei suoi 16 punti. Proprio una lieve distorsione alla caviglia di quest’ultimo, insieme al riposo precauzionale cui sono stati tenuti Motta (ginocchio dolorante) e Francesco De Nicolao (dolore intercostale), sono gli unici motivi di preoccupazione nello staff neroverde. Coach Rubini, però, ha potuto così dare ampio spazio, fin dall’inizio e poi nelle rotazioni, ai giovani: ricavandone nel complesso indicazioni positive, specie dai due gioiellini Pellicano, impiegato a lungo in regia anche se forse meno intraprendente della prima uscita, e Basso, che ha mostrato segnali di crescita e fisicità sotto canestro; entrambi, tra l’altro, sono già stati adottati come beniamini dal pubblico (per il giovane centro di Asiago anche un simpatico botta e risposta su Facebook con l’ex capitano Crosato, di cui nell’occasione indossava il numero di maglia). L’Antenore Energia Virtus venerdì sarà impegnata in amichevole sul campo della Rucker Sanve neopromossa in serie B.

Giovanni Pellecchia