01-Ferrari_01

Un bell’esordio per l’Antenore Energia Virtus

La presentazione della Antenore Energia, magistralmente condotta dallo speaker virtussino Andrea “Ramboso” Righi, e la successiva amichevole con Oderzo, giocata nel segno di Ferrari e Piazza, regalano una bella serata di basket agli appassionati che hanno riempito il palazzetto di Rubano. Presenti anche gli assessori allo sport del Comune di Rubano, Alberto Rampado, e del Comune di Padova, Diego Bonavina.

Si è rinnovata la bella festa che da qualche anno permette agli appassionati padovani di conoscere da vicino i giocatori che rappresenteranno la città nella terza divisione nazionale. Come nelle previsioni la partecipazione è stata massiccia, tribune piene nonostante il calendario indicasse venerdì 31 di agosto, e applausi a scena aperta al neo capitano Schiavon e Piazza, gli unici due confermati, ma anche a tutti gli altri destinati in breve a diventare i beniamini della Kioene.

Proprio le previsioni partecipative hanno consigliato di spostare la festa dalla classica sede di via dei Tadi al più ampio palazzetto di Rubano e di sfruttare l’occasione della prima amichevole interna per offrire agli appassionati oltre alla conoscenza personale dei nuovi arrivati, mai così tanti come quest’anno, anche l’opportunità della prima presa di contatto tecnica.

Il contributo fondamentale degli sponsor Antenore Energia, Vecchio Fornaio, Birra Cimbra, Autobase Renault, ha consentito a Elena e ai coniugi Favero, deus ex machina dell’organizzazione, di supportare con le massime cure gli intervenuti offrendo i gadget e i prodotti alimentari offerti dagli sponsor.

La formula di quest’anno legando la presentazione alla disputa dell’amichevole di precampionato ha costretto il programma a limitare al massimo i discorsi lasciando ai due assessori l’incombenza di formulare in pochi minuti a cavallo dei primi due quarti di gioco gli auguri alla squadra e ai supporter.

Nonostante la decisione dello staff medico di tenere a riposo due pedine fondamentali della prossima stagione quali De Nicolao e Motta e le qualità di un ottima Oderzo, il primo test amichevole casalingo è stato indubbiamente positivo  e si è chiuso con una bella vittoria (84-59).

Nei primi tre periodi i trevigiani hanno tenuto bene testa ai neroverdi mostrando una caratura che in Serie C potrà portare lontano questa stagione, crollando solo nel finale.

Il primo quarto si è chiuso con gli ospiti in vantaggio 20-18, con una Virtus – partita col quintetto Visone, Filippini, Piazza, Schiavon e Ferrari – in avvio ancora imballata. Nel secondo quarto però salgono di livello le prestazioni in particolare di un ispirato Piazza in regia (14 punti totali realizzati) e di un Ferrari (miglior marcatore finale con 20 punti) che pure nell’amichevole con Udine aveva dato indicazioni molto positive. E proprio nel secondo periodo Virtus fa valere sul parquet la propria gerarchia e la categoria di differenza che divide le due squadre: si chiude 20-12 il secondo parziale.

Nel terzo periodo (26-19) coach Rubini inizia a far girare gli uomini con dentro altri due gioiellini delle giovanili come Basso e Pellicano, che confermano anche contro Oderzo le buone sensazioni date contro Udine. Per Basso buoni segnali di crescita e una fisicità che potrà tornare molto utile nel corso della stagione, per Pellicano altra ottima prova in regia anche se meno intramprendente sotto canestro rispetto alla precedente entusiasmante uscita. Entrambi comunque già adottati come beniamini dal pubblico che li ha sostenuti alla grande. Nell’ultimo quarto (in cui Padova dilaga 20-8) salgono in cattedra il nuovo centro arrivato da Lugo Giacomo Filippini con 11 punti realizzati (16 nel totale) e un Bovo più in fiducia rispetto alla complicata amichevole in Friuli. Grande spazio agli under 18 che si comportano benissimo, tanto che in chiusura strappano grandi applausi le due fiondate insaccate dai 7 metri da un ispiratissimo Mazzonetto.

Commenta tramite il tuo account Facebook