De Nicolao alza l’asticella della Virtus

La Antenore Energia Virtus ostenta il suo gioiello. Sabato mattina nella sede della Derby Sport Padova in zona Plebiscito, infatti, con il gentilissimo e appassionato titolare Fausto Zaffignani a fare gli onori di casa, è stato presentato Francesco De Nicolao. Ultimo colpo, solo in ordine di tempo (dopo gli arrivi di Filippini, Bovo e Motta), di un mercato estivo neroverde davvero importante che, condotto magistralmente dal direttore sportivo Roberto Rugo, potrebbe riservare a breve anche ulteriori sorprese. «Stiamo lavorando a 360 gradi per completare il roster – spiegava Rugo – Siamo convinti di essere nella direzione giusta e corretta per portare a casa un’ulteriore ciliegina sulla torta da mettere in questa squadra, che sarà espressione di simpatia, duttilità e soprattutto grande basket».
«Le sensazioni sono un po’ quelle di una ruota che gira – sottolineava, sorridente e orgoglioso, Francesco De Nicolao – Avendo già avuto Rubini come allenatore e conoscendo Roberto (Rugo era dirigente a Verona in A2 nella stagione 2012-13, ndr) e l’ambiente, infatti, è piuttosto un punto di ricucitura, quasi un ritorno». E ha poi aggiunto: «Conosco il coach (Rubini guidava la Gattamelata in serie B2 nella stagione 2010-11 quella dell’esordio tra i senior di De Nicolao, ndr) e so, appunto, cosa chiede e come gioca: quando ci siamo sentiti, mi ha spiegato che l’obiettivo dovrà essere quello di tenere un ritmo alto per tutti i 40 minuti, proponendo un gioco che faccia anche divertire. Più in generale, visti anche i tanti cambiamenti nella rosa, ritengo però che dovremo partire a testa bassa, cercando ogni giorno di migliorarci e di trovare, con la giusta amalgama, anche la nostra identità. Dei nuovi compagni, conosco Piazza, per averci giocato contro, e Schiavon, padovano come me, che ho sentito già bello carico».
«Il mio rientro dopo un anno di stop per l’infortunio? Non mi sento affatto arrugginito, dato che in carriera può capitare. E comunque negli ultimi sei-sette mesi, pur non giocando, mi sono sempre allenato». Il direttore sportivo Roberto Rugo poco prima, del resto, si era detto gratificato di poter avere a fianco un giocatore padovano («che ha giocato davvero per sei stagioni in serie A, in piazze importanti e storiche per la pallacanestro italiana» e che «insieme a Piazza costituisce la coppia di playmaker più forti del campionato») e un nuovo main-sponsor padovano, Antenore Energia appunto. Che insieme dovranno contribuire a fare grande la squadra della città. Lui stesso, da questo punto di vista di fronte a un estasiato presidente Gianfranco Bernardi, ha contribuito ad alzare ulteriormente l’asticella parlando dichiaratamente – pur senza citarlo – dell’obiettivo play off.

Giovanni Pellecchia