Broetto a Bergamo «Nulla è proibito»

(Il Mattino)
«Ci proviamo, ma i nostri playoff si decidono più avanti»
Prima della sosta per le Final Eight della Coppa Italia di categoria, in programma il prossimo weekend a Bologna, la Broetto Virtus affronta una sfida sulla carta molto proibitiva. Stasera, ore 18, i ragazzi di Massimo Friso calcano il parquet di Bergamo, dove proveranno a riattivare l’attacco atomico messo in mostra nel derby vinto domenica scorsa con Vicenza. Reduce da una pesante sconfitta a Orzinuovi nello scontro regale del campionato (79-60), la vicecapolista della Serie B non può permettersi passaggi a vuoto e cercherà subito il pronto riscatto contro i neroverdi. «Bergamo è una squadra con altri obiettivi e budget», sottolinea Roberto Rugo, dirigente della Broetto, «Dopo aver perso la finale playoff con Udine, ha cercato di acquisire i diritti per salire in Serie A/2 da Scafati, che però ci ha ripensato proprio all’ultimo. È una squadra completa sotto tutti i punti di vista con una batteria di esterni, a cui si è aggiunto Dimitri Lauwers, guardia belga, naturalizzata italiana, già vista all’opera con il suo tiro mortifero per un decennio in Serie A con diverse casacche».
Nonostante il pronostico sia chiuso, Rugo concede qualche chance all’impresa della Virtus, accompagnata in Lombardia da un pullman di 54 tifosi di Energia Nero Verde. «Passatemi un termine calcistico: può uscire l’1X2», continua Rugo, «A parte Nobile, che ha subìto un colpo alla zona inguinale ma che dovrebbe esserci, la squadra sta abbastanza bene. Siamo tranquilli e sereni, dobbiamo andare lì per fare la nostra partita. La storia di questo campionato insegna che può accadere qualsiasi cosa. Credo anche che il mese di marzo, dopo la pausa per la Coppa Italia, delineerà la classifica sia davanti che in coda. I nostri playoff si decideranno fra le due gare consecutive casalinghe con Crema e Lecco e poi Reggio Emilia di nuovo in casa, con l’intermezzo della trasferta a Orzinuovi».
In C Gold, sempre oggi, ore 18, il Guerriero si riaffaccia al PalaSavio per l’ennesimo confronto diretto in chiave playoff, che lo vedrà opposto alla Falconstar Monfalcone, una delle cinque formazioni appaiate al quinto posto. «Nei primi sette giocatori del roster è seconda solo alla coppia di testa Oderzo-Jesolo», analizza Nicola Imbimbo, tecnico dell’Ubp, «Non bisogna lasciarsi ingannare dalla classifica attuale di Monfalcone (20 punti, ndr), perché ha dovuto fare i conti con numerosi infortuni durante la stagione». Anche il Guerriero è stato e rimane tuttora alle prese con acciaccati (Bozhenski) e indisponibili (Frasson), ma conta sull’apporto dei propri tifosi per far sua una vittoria che varrebbe doppio. «Nelle ultime tre giornate abbiamo ritrovato la fase offensiva, dobbiamo migliorare quella difensiva», osserva Imbimbo, «Sarà una sfida difficile, ma dovremo essere bravi a giocare il nostro basket con concentrazione ed entusiasmo».
Mattia Rossetto
mattino_logo
26 febbraio 2017